La Pista Stelvio di Bormio 
Logo di Bormio
Bormio, 25/9/2017

 

“ La Pista Stelvio di Bormio „

La Pista Stelvio è senza dubbio la più famosa di Bormio: oltre ad essere abituale sede della discesa libera di Coppa del Mondo è stata due volte teatro dei Campionati del Mondo di sci Alpino. E’ stata creata proprio in occasione dell’assegnazione a Bormio dei primi campionati iridati del 1985.

Immagine del Parter della Pista Stelvio di Bormio Foto della Pista Stelvio di Bormio in estate La Pista Stelvio di Bormio 

E’ unanimemente riconosciuta come un tempio della discesa libera al pari di Kitzbuhel e Wengen per caratteristiche tecniche e di spettacolo.

Il tracciato della gara si sviluppa lungo 3186 metri, dai 2255 m della partenza fino ai 1268 del traguardo per un dislivello complessivo di 987 m. e una pendenza massima del 63%.

Immagine della Pista Stelvio in localita' Ciuk Il Salto di San Pietro Foto della Pista Stelvio 

Si parte subito con un muro e due curve ripidissime che immettono nel doppio salto della Rocca per poi tuffarsi a folle velocità per tutto il Canalino Sertorelli con i suoi oltre 300 metri di scorrimento.

Alla fine del canalino una lunga curva a sinistra immette in un pianoro e in una serie di curve ad esse molto selettive nella zona di Fontana Lunga.

Una serie di curvoni velocissimi immettono quindi in quello che è considerato il passaggio più difficile ed altamente tecnico di tutta la gara: la traversa della Carcentina. Si tratta di un diagonale in controtendenza in cui le cose sono rese ancora più difficili dal fondo ghiacciato e dal terreno ondulato che non da tregua. La linea di ingresso nella Carcentina è fondamentale per chi punta alla vittoria in questa gara.

Subito dopo due curve per rallentare la velocità prima di tuffarsi nel salto di San Pietro dove gli atleti volano per più di 40 metri atterando su di un muro ripidissimo dove si può toccare una velocità di oltre 140 Km/h.

Un piccolo piano introduce nello schuss finale dove vi sono una serie di curvoni in contropendenza che portano al salto posto in prossimità del traguardo.

Non vi è mai un attimo di respiro per gli atleti su questa pista: alle difficoltà tecniche si aggiungono le difficoltà dovute alla resistenza fisica che, alla fine del tracciato, è messa a dura prova.

Visualizza le immagini webcam della Pista Stelvio